Cura Italia: decreto in vigore. Di seguito i contenuti
In allegato il testo del decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale

  • 19/03/2020

E' di 127 articoli il testo finale del decreto 'Cura Italia', pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed gia' in vigore. Confermato l'impianto del provvedimento con gli aiuti per famiglie e imprese.

Di seguito i contenuti di interesse per la nostra utenza e i nostri operatori:

CREDITO D'IMPOSTA AFFITTI BOTTEGHE E NEGOZI - Per gli esercenti di negozi e botteghe e'riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 60% dell'ammontare del canone di affitto, relativo al mese di marzo.

STOP VERSAMENTI FISCO FINO A VENERDI' PER TUTTI - Tutti i versamenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni, compresi contributi previdenziali e assistenziali e i premi per l'assicurazione obbligatoria, in scadenza il 16.03 sono prorogati al 20.03.2020.

STOP VERSAMENTI IMPRESE E PROFESSIONISTI SOTTO 2 MLN EURO - Per imprese, autonomi e professionisti che sono sotto i 2 milioni di ricavi i versamenti alla cassa per saldare le ritenute, l'Iva annuale e mensile, nonche' i contributi previdenziali e quelli Inail sono rinviati al 31 maggio e potranno essere pagati in un'unica soluzione o in massimo 5 rate mensili.

STOP VERSAMENTI PER SETTORI + COLPITI - Si allunga la lista delle filiere piu' colpite dall'emergenza per cui scatta la sospensione fino al 31.05 dei pagamenti di ritenute, contributi previdenziali e assistenziali e dell'Iva di marzo. Oltre al trasporto merci, all'elenco dei settori piu' colpiti (turistico-alberghiero, termale, trasporti passeggeri, ristorazione e bar, cinema e teatri, sport, istruzione, parchi divertimento, eventi, sale giochi e centri scommesse, trasporto merci) si aggiungono le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le organizzazioni non lucrative di utilita' sociale, di volontariato e le associazioni di promozione sociale. Per queste imprese alla ripresa della riscossione, i versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza sanzioni e interessi, in un'unica soluzione o con un massimo di 5 rate mensili a partire dal 05.2020.

STOP TERMINI ADEMPIMENTI FISCALI - Sospesi per tutti gli adempimenti fiscali con scadenza tra l' 8.03.2020 e il 31.05.2020. I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 31.05.2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo dal mese di maggio. Fanno eccezione solo gli adempimenti legati alla comunicazione dei dati degli oneri detraibili e deducibili ai fini della precompilata.

STOP RITENUTE PROFESSIONISTI - Per i professionisti e consulenti che hanno ricavi o compensi sotto 400mila euro non dovranno versare le ritenute d'acconto sui ricavi e i compensi percepiti fino al 31.03. I contribuenti che beneficiano della sospensione della ritenuta d'acconto dovranno versare l'ammontare dovuto entro il 31 maggio in un'unica soluzione o in 5 rate.

INDENNITA' AUTONOMI - In arrivo un'indennita' di 600 euro per il mese di marzo per i lavoratori autonomi, le partite Iva, i co.co.co, gli stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, gli operai agricoli a tempo determinato e i lavoratori dello spettacolo.

CREDITI IMPOSTA SANIFICAZIONE AMBIENTI LAVORO - Per incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, per chi esercita attivita' d'impresa, arte o professione e'riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino a un massimo di 20.000 euro. Il credito d'imposta e'riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo di 50 milioni di euro per il 2020.

STOP MUTUI PRIMA CASA - Via libera per un periodo di 9 mesi all'estensione della moratoria fino a 18 mesi prevista per i mutui prima casa anche ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino in un trimestre successivo al 21.02.2020 un calo, superiore al 33%, del fatturato dell'ultimo trimestre 2019 a causa della chiusura o della restrizione della propria attivita' per l'emergenza. Per l'accesso al Fondo non e'richiesta la presentazione dell'Isee.

CONGEDO SPECIALE E VOUCHER BABYSITTER GENITORI - A partire dal 05.03 per i genitori lavoratori dipendenti del settore privato e autonomi che si trovano a fronteggiare la chiusuradelle scuole in arrivo una forma di congedo parentale straordinario,per i figli fino a 12 anni di eta', per un periodo continuativo o frazionato fino a 15 gg, con un'indennita' pari al 50% della retribuzione o di 1/365 del reddito. Il limite di eta' non si applica in caso di figli con disabilita'. Inoltre, i genitori dipendenti del settore privato con figli minori, tra i 12 e i 16 anni, hanno diritto di astenersi dal lavoro per il periodo di chiusura delle scuole, senza corresponsione di indennita' ne' riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.

VOUCHER BABY SITTER FINO A 600 EURO - In alternativa al congedo, che sale a 1.000 per il personale sanitario. Il bonus viene erogato mediante il libretto famiglia.

BONUS 100 EURO PER CHI LAVORA IN SEDE - Per i lavoratori dipendenti con reddito complessivo non superiore a 40.000 euro, che, durante il periodo di emergenza, continuano a prestare servizio nella sede di lavoro nel mese di marzo.

24 gg IN PIU' PERMESSI 104 A MARZO-APRILE - I permessi previsti dalla legge 104 potranno essere aumentati di 12 gg sia nel mese di marzo che nel mese di aprile.

FONDO DI ULTIMA ISTANZA PER I REDDITI BASSI - Per garantire un'indennita', ai lavoratori dipendenti e autonomi che hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attivita' o il loro rapporto di lavoro.

STOP VERSAMENTI E CONTRIBUTI LAVORO DOMESTICO - Sono sospesi i termini per i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria dovuti dai datori di lavoro domestico in scadenza nel periodo dal 23.02.2020 al 31.05.2020. Non previsto il rimborso dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria gia' versati. I pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria, sospesi, sono effettuati entro il 10.06.2020, senza applicazione di sanzioni e interessi.

CASSA IN DEROGA PER TUTTI FINO A 9 SETTIMANE - Cig in deroga per tutto il territorio nazionale e per tutti i settori produttivi, per un periodo massimo di 9 settimane, anche per le imprese escluse dagli ammortizzatori sociali, comprese quelle agricole, della pesca e del terzo settore, previo accordo sindacale anche in via telematica (accordo non richiesto per i datori di lavoro che occupano fino a cinque dipendenti). e'escluso il lavoro domestico. Prevista inoltre la possibilita' di Cig ordinaria, per un massimo di nove settimane, per i datori di lavoro che hanno dovuto sospendere o ridurre l'attivita' lavorativa per eventi riconducibili all'emergenza. Autorizzata inoltre la Cig ordinaria anche per le imprese che gia' si trovano in Cig straordinaria e un assegno ordinario fino a 9 settimane per le imprese che hanno in corso l'assegno di solidarieta'.

VIETATO LICENZIARE PER I PROSSIMI DUE MESI

PROROGA DOMANDE NASPI E DISCOLL DA 68 A 128 GG

QUARANTENA EQUIVALE A MALATTIA ANCHE PER SETTORE PRIVATO

DETRAZIONE 30% DONAZIONI PRO EMERGENZA CORONAVIRUS (per un importo non superiore a 30.000 euro)

QUI IL TESTO DEL DECRETO PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE